Settembre vattene

Ho preso la foto di settembre, l’ho piazzata al centro della parete della mia stanza e la uso per giocarci a freccette. Proprio come in quei film cattivissimi. Ogni anno, quando si presenta questo mese (e mai un anno che decidesse di prendersi una vacanza, di andare su un eremo a meditare su se stesso, […]

Mi sa che sto a fa ‘na cazzata. Ovvero, cercasi consiglio spassionato, si accettano anche insulti (e/o soldi).

Mesi fa vi ho informato della mia uscita di scena dal meraviglioso!! mondo di facebook. Principale (se non unico) motivo era quello di non cadere nella tentazione di sbirciare i glitterati e mondani (nonché debitamente abbelliti e falsati) fattacci altrui e non ridurre, quindi, il mio fegato a una pappetta informe e malfunzionante. Ora, ho […]

Film, piumone e cioccolata calda. (Non a casa mia.)

Scrivo questo post reduce da un trauma. Un trauma derivato dalla mia grossolana illusione riguardo il lato romantico e poetico dell’inverno. Tale illusione è stata alimentata da tutte quelle cose che si leggono scritte in giro su quanto sia bello passare le sere di inverno a vedere un film in dolce compagnia, sotto le coperte […]

Quando l’abisso mi guarda dentro?

Quella che sto per scrivere è una citazione di Nietzsche; una citazione che già conoscevo da diverso tempo, che mi ha catturata fin da subito e che nell’ultimo periodo mi sto ripetendo spesso. E’ tratta dall’opera “Al di là del bene e del male” pubblicata nel 1886. Il significato della citazione pare- come in molti […]

Faccende domestiche e dialogacci. La poesia della convivenza.

Faccende domestiche n°1 lui- amore, potresi preparare la cena mentre finisco di sudiare? lei- per preparare la cena intendi schiattare due pomodori e scartavetrarci il tonno dentro? lui- si amò! lei- ah, ok. Allora sto andando Faccendo domestiche n°2 lei- credo che in questa stanza si dovrebbe passare il folletto. Non ho intenzione di dormire […]