Chi sono

Potrei essere la tua vicina di casa o la persona che ti capita seduta alla tua sinistra in treno o in metropolitana.
Tutto quello che ti serve sapere sul mio conto è che purtroppo o per fortuna vivo a Napoli, sono laureata in Storia dell’arte e ogni giorno mi chiedo perché non ho fatto l’estetista.
Chiamatemi Flo’

 

76 pensieri su “Chi sono

  1. Mi piace il tuo blog!
    Siamo quasi colleghi. Quasi..sia per il “laureata” che per “in tempissimo”, che è una bella differenza! :D
    Ciao :)

    _JeSuisSimon_

  2. Ciao, noto che mi segui con cura e mi hai incuriosito.
    E oltre ad avere un bellissimo blog, scopro che abbiamo la stessa passione!
    Sono ancora un po’ piccina, ma l’anno prossimo dovrei mettere il mio nome e cognome sul modulo d’iscrizione per l’università di beni Archeologici!

    E ora vado a perdermi nel tuo blog, buona serata! (:

    • Ciao! …Grazie, mi fa piacere che ti piaccia il mio blog!!
      E mi piace ancora di più il fatto che condividiamo l’interesse dell’arte! sono sempre molto contenta quando ritrovo in altre persone questa sensibilità ed affinità!! :)
      Passa quando vuoi,
      Un saluto!! ;)

  3. grazie di essere passata nelmio blog. mi fa piacere.
    ho potuto così conoscere il tuo, devo dire che probabilemente inizierò a seguirlo, mi è piaciuto.
    A presto fra le nostre pagine.
    brusmat.it

  4. Ho girato un po’ il tuo blog e mi hai già fatto ridere e sorridere. Complimenti! :)
    Il titolo è un vero e proprio manifesto! :)
    Penso che leggerti mi sarà utile, perché io, lo ammetto, a volte sono un po’ troppo serio!
    Riguardo i tuoi commenti sui tuoi corsi, non so esattamente quali siano i loro contenuti, credo però che lo studio del passato sia importante anche per la comprensione del presente. Sì, tu dici qualcosa di più, che non ti piace chi non fa nulla per il presente, ma non capisco se ti riferisci alla tua facoltà o a cos’altro, cosa intendi esattamente?
    E sì, direi che hai ragione quando ti scagli contro la cultura, l’arte, considerate di élite!

    • Ciao! grazie per gli apprezzamenti, le tue parole mi rendono davvero contenta!

      Le mie insoddisfazioni e la mia amarezza derivano dagli atteggiamenti che hanno alcuni (la maggior parte) dei professori e qualche mio “collegha” (quanto è brutta questa parola!) universitaro:
      Le materie che studiamo non hanno un minimo di applicazione pratica (tranne rarissimi casi), talvolta mi sono trovata a studiare materie non dico inutili, ma quasi e che potrebbero essere sostituite da altre più interessanti e formative. Gli stessi professori sono perplessi quando si parla dell’arte nei confronti delpubblico oppure dell’arte sotto gli aspetti economici (come se fare qualche soldino con l’arte sia una barbarie e uno sfruttamento immondo), alcuni non si fanno problemi a denigrare l’arte contemporanea.
      I miei colleghi sono quelli che mi lasciano più perplessa, perchè rappresentano (forse) la generazione futura: guardano con disprezzo la massa ignorante che non conosce quello che loro studiano, sono chiusi, asociali, snob, non condividono una informazione, trattano “i comuni mortali” come plebaglia ignorante e non come possibile pubblico che potrebbe (grazie a loro) conoscere il proprio patrimonio storico-artistico. Non si pongono problemi sul perchè un sito non attiri pubblico e su cosa si possa fare per migliorare la situazione, pensano solo a imparare meticolosamente le facce degli imperatori sulle monete romane ad esempio.
      Tutto questo mi smonta, perchè a volte mi sembra di essere circondata da un branco di erudditi isolati ed isolazionisti che non ci tengono minimamente alla circolazione della cultura, ma solo ad arricchire le loro conoscenze.
      (spero di essermi spiegata, un saluto e ancora mille grazie!!! :) )

      • Ah certo che ti sei spiegata, ho capito perfettamente!
        Probabilmente la tua visione ironica della vita si rispecchia anche nella tua concezione riguardo ciò che studi, nel senso che come cerchi di non prendere troppo sul serio la vita, così non arrivi all’esasperazione della cultura in sé ma ne hai una visione più aperta, più “rilassata”.
        Non lo so come ragionano i tuoi colleghi nozionisti, ma apprezzo ovviamente di più il tuo modo di porti, perché tu stai ragionando a un livello superiore: ti chiedi quale sia lo scopo di quello che studi, come lo si possa “maneggiare”, anche diversamente da quanto ti propongono.
        Il fatto che le materie non abbiano applicazioni pratiche potrebbe anche non voler dire molto, anche se certo i dettagli non li so, gli altri punti che descrivi invece andrebbero certamente modificati.
        Riguardo l’arte contemporanea, ti confesso che alcune opere mi sembrano, come dire, sopravvalutate (come un cubo “invisibile” :) che ho visto al MAXXI), ma per altre è probabilmente questione di sensibilità, di gusti (e in generale l’arte contemporanea mi attrae, anche se ne capisco per ora poco).
        Riguardo i tuoi pensieri, mi torna in mente una frase letta non so dove, che faceva più o meno così: “quando tutti vedono le cose diversamente da te… potresti essere tu quella che ha ragione” ;-)

  5. Non sei sicuramente una mia vicina di casa. Sei un fiume in piena, da queste parti ci avresti travolti tutti, insieme alle nostre villette allineate, i pratini verdi, i suv nei garages e un’unica espressione, indecifrabile, sul viso al mattino quando salutiamo i vicini.
    Io però faccio il tifo per te!!!!!

    • wow…che bellissime parole! ti ringrazio tantissimo!
      la mia città (che è piccola e la gente mormora) potrebbe benissimo essere quella da te descritta…tranne per le villette allineate. Purtroppo però a volte è lei che con la sua noia esenza fine travolge me….ma non mi avrà mai!!! soprattutto se so che ho dalla mia parte anche chi fa il tifo per me!! ;)
      grazie ancora!!!

  6. Ciao Ironica, ho visto che ti è piaciuto il mio ultimo post :)

    Mi sono messo a leggere i tuoi e trovo che scrivi molto bene! Mi piace il tuo stile e il tuo approccio al raccontare! Adesso hai un follower in più! ;)

    Baci

    Teo

  7. Io credo che il tuo pensiero sia perfettamente esemplificato nell’ultimo film di Allen, Midnight in Paris. Perdona la deformazione semi-professionale (sguazzo nel cinema), però mi hai fatto venire immediatamente in mente quello. Anche io mi sono laureata in tempissimo, con inversamente proporzionale lassismo prenderò la specialistica invece ;) Però in fondo siamo colleghe: ho studiato Lettere con indirizzo spettacolo

    • Non ho potuto vedere quel film appena uscì, ma devo rimediare al più presto!…gli amici che l’hanno visto me l’hanno tutti vivamente consigliato, dicendo che mi sarebbe piaciuto di sicuro!

      (E’ sempre bello trovare colleghi o quasi colleghi che condividono le stesse passioni e gli stessi interessi!! :D)

      Un saluto!!! :)

  8. Bellissimo blog..:) non mi dispiacerebbe affatto avere una vicina di casa come te :D
    L’ultima frase che hai scritto mi ha ricordato tanto una bellissima frase di Banana Yoshimoto :
    <>
    Ti comprendo benissimo! :) passerò a trovarti ancora ;) ciao!

  9. Nel mio petto ogni giorno c’è qualcosa che brilla,rosso e fulgente ,come una fiamma che brucia e anche se qualcuno che passa dall’esterno non la vedrà,nè io farò nulla perchè la possa vedere. Io sono fatta di un enigma incandescente. Nascondo un mistero enorme, molto più grande del mistero dell’universo. In realtà tutte le persone sono così, ma il fatto è che io ne sono già consapevole. E tutto questo scintillio, come di una pietra preziosa gigantesca, appartiene soltanto a me (B.Y)

  10. Lascio un saluto veloce.
    Ti dirò, non ho letto ancora bene i tuoi post ma mi è piaciuto il turbinio dei pensieri che esprimi e, sopratutto, lo stile in cui li metti nero su bianco.

    Poi il tuo avatar è così inquietante quanto divertente e la grafica del blog mi piace molto.
    Penso che ripasserò ancora.

    A presto
    Johnatan

  11. Ho avuto occasione di leggere ancora poco del tuo blog, ma quel che ho letto mi è piaciuto molto! e leggendoti, mi è sembrato di vedere molti punti in comune! soprattutto sull’autoironia…a rileggerci presto! :)

      • sai che in “trovo una grandissima soddisfazione nel far ridere o sorridere i miei amici e le persone che per un motivo o per un altro mi circondano” mi ci ritrovo totalmente? io di persona sono strana (vabbè, magari anche sul blog), studio un po’ la gente e poi parto con il bombardamento, finchè non riesco a far ridere tutti. e ci riesco, cavolo se ci riesco. se trovo una spalla, poi, finisco pure per esagerare, ma non riesco a fermarmi. l’ironia è una droga irresistibile, non so come facciano le persone che vivono – forse anche bene – senza. sul blog forse sembro seriosa, ma proprio perchè di persona tendo a nascondermi dietro l’ironia ho bisogno di uno spazio in cui farmi vedere totalmente.
        che palle ‘sto commento.
        ok, vado a far ridere la classe del corso di apprendistato.

      • ma no, altro che palloso!
        E’ vero l’ironia è una droga irresistibile (che a volte bisogna saper dosare…soprattutto quando ci sono quei tristoni ottusi che non la capiscono, poveri loro!)
        Pensa che io invece sono un po’ il tuo contrario…un po’ più timida, seriosa e …come dire…”perfettina” nella vita reale e poi invece vado a ruota libera sul blog.
        :)

  12. Meraviglioso blog trovato per caso in una pausa tra il montaggio di mobili ikea nella nuova casina.. Folgorante non riesco a staccarmi sei fortissima! Oppure non voglio tornare di la’ a montare il letto? Hihi

  13. cara ironiaprimaditutto condivido: l’arte è fare, non studiare, o, meglio, studiare per fare. partecipa anche tu a prima i lettori (www.primailettori.wordpress.com). ciao sandro

  14. ciao, sei molto simpatica, ironica (ovviamente), brillante!
    ho deciso, ti seguo :-)
    (e il post sulle ballerine, il primo che mi è capitato di leggere, è meraviglioso, simile a una rivelazione!!!) a presto!!

  15. Ma sì, dai, ti seguo anche io; esisto da meno di un mese e mi piace l’idea che l’inizio del mio blog-vagare parta da arte e ironia. Il tuo blog ha intelligenza, che è la prima cosa. Mi piace.

  16. io di segni particolari esteriori (brufoli o ferite, in linea di massima) non ne cerco in nessuno che non sia me stesso. perciò apprezzo, approvo e approdo nel tuo blog. g.

Lascia un commento, è gratis!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...