Cattobigotto chi non ride

Negli ultimi tempi si è diffusa una tendenza che sta prendendo sempre più piede (purtroppo): quella, cioè, di voler fare umorismo e ironia su ogni cosa e a tutti i costi, ancor meglio se questo umorismo assume tinte ciniche e un po’ noir.
Tale tendenza, che gode di moltissimi supporters, poggia le sue basi su due punti essenziali:

– Il sarcasmo, l’umorismo, l’ironia soprattutto quando vanno a braccetto con il cinismo sono caratteristiche indispensabili se si vuol risultare persone intelligenti e dotate di spirito critico che non si lasciano (come invece fa il resto della massa stolta e popolana) abbindolare dalla morale e dal buon costume e riescono a non farsi coinvolgere dagli eventi, riuscendo ad analizzarli in maniera lucida distaccata. E quindi hanno tutto il diritto di riderci su.

di conseguenza, chiunque si riterrà offeso da tali manifestazioni è automaticamente bollato come ignorante, bigotto, moralista ecc…. non potendo così rientrare nel gruppo degli eletti di cui sopra, che il più delle volte -al contrario di quanto militino- sono più permalosi di un bambino cui qualcuno ha spento le candeline sulla torta il giorno del suo compleanno.

NO

•Ora, io non ho nulla contro l’ironia, l’umorismo le battute.
Non ho nulla contro il voler sdrammatizzare situazioni imbarazzanti o un po’ problematiche. Anzi, faccio di questo una mia caratteristica.
Quello che mi dispiace, però, è assistere a delle situazioni in cui le persone pur di mettersi in mostra, pur di emergere in qualche modo, pur di suscitare scalpore manco fossero Picasso nel 1910, farebbero umorismo su qualsiasi cosa, dicendo qualsiasi cosa.
Anche su argomenti che io reputo seri e”intoccabili” o per lo meno meritevoli di rispetto e delicatezza.
Ed è in questi casi che io parlo di umorismo pessimo.
Certo, ciò che io reputo serio qualcuno potrebbe non reputarlo così.
E’ un discorso relativo.
Anche se non so fino a che punto si può parlare di relatività, in certi casi:

•Fare umorismo pessimo su una brutta malattia non mi piace.
E con questo non intendo certo le barzellette del tipo:“Il dottore avrà anche detto che ho l’alzheimer, ma almeno non ho l’ alzheimer!”che fanno riferimento a casi astratti, ma intendo tutti quei commenti idioti e pseudo divertenti che si fanno (si scrivono) in merito a fatti e notizie reali che coinvolgono persone realmente esistenti.

•Fare umorismo pessimo sulle religioni (tutte) non mi piace.
Certo, ammetto che le barzellette che hanno per protagonista Gesù che non riesce a farsi una nuotata mi fanno sorridere.
E mi fanno sorridere anche cose come questa:

https://www.youtube.com/watch?v=OFBbKfUU6fE

Ma a quanto pare, questo non basta più. No, ora va di moda scadere nella volgarità più abietta e assoluta e lo scherzo, a mio avviso, diventa offesa. Poi quando lo fai notare a chi di dovere, ti dicono che sei un cattobigotto ignorante e COLCERVELLOLAVATODALLACCCHIESAEDALVATICANOOOO, quando magari sei più ateo di loro.

•Fare umorismo pessimo sulle tragedie non mi piace.
Però per giustificare ciò è nata l’etichetta black humor, e quindi è tutto ok.
Quando c’è un’etichetta si sta al sicuro sotto di essa.
Ora che ci penso questa faccenda delle catastrofi è un po’ strana, cioè…ammetto che ad oggi le battute sulla storia del Titanic mi fanno ridere (o meglio, sulla sua trasposizione cinematografica) però, insomma, tutto questo umorismo sul sollevamento della Concordia cui stiamo assistendo in questi giorni è davvero così divertente?

Il fatto è che, ora come ora, tentare la carta del fare ironia sull’attualità risulta essere molto utile per risultare svegli, brillanti e simpatici.
Per questo tutti ci provano.
Ben vengano le risate, certo, ma c’è modo e modo di provare.

Il fatto, e me ne rendo conto, è che è molto difficile fare un umorismo “educato” che non offenda seriamente nessuno.
E’ difficile dosare le parole, è difficile autocensurarsi SOLO! perché si rischia di offendere qualcuno, è difficile valutare tutte queste cose e contare fino a dieci prima di scrivere o dire una frase stupida.
Per cui, chi farebbe di tutto per farsi notare costi quel che costi, attinge dove può, anzi più l’umorismo è estremo meglio è!

Tanto chi si offende è un moralista pesantone!!

A questo punto potreste anche rispondermi che “per fortuna esiste la libera espressione”. Su questo siamo d’accordo! Per fortuna!
Ma dal momento che c’è questa libertà, perché scegliere la via più volgare e offensiva?

Annunci

17 pensieri su “Cattobigotto chi non ride

  1. peccato che il “mi piace” si possa mettere una volta sola, è che spesso si vorrebbe nascondere con la presunta ironia il cattivo gusto.
    Indignarsi e scandalizzarsi a volte è indice del fatto che non siamo completamente omologati, quindi ben venga!

  2. Non è per fare il saccente, ma il “SOLO” è pleonastico :)

    Scherzi a parte, la cosa più triste è che nel 90% dei casi l’ironia da due soldi proviene da persone che non sanno nemmeno di cosa stanno parlando.

  3. la risata a tutti i costi è una difesa da cio cui non sappiamo difenderci…costa concordia,quanti lo sanno affrontare un argomento serio? a parte puntare ìl dito dico..sono morte delle persone non tutti hanno gli stessi strumenti

  4. Ottimo post, concordo pienamente con quanto scrivi. Forma e sostanza talvolta coincidono, ironizzare su certi argomenti difficili denota mancanza di sensibilità, oltre che di educazione e buon gusto. Una persona intelligentemente ironica riesce a vedere il lato comico delle cose serie, non di quelle tragiche. Di fronte alle tragedie ci vuole rispetto.

  5. giudicare una forma di ironia è assolutamente soggettivo. Ho sentito parlare bene e male di comici da persone diverse.
    Difficile delimitare ciò che è ironico e ciò che diventa di cattivo gusto. Fortunatamente ognuno di noi è in grado di farsi un’idea e potendo di cambiare compagnia o canale.

    • Questo è vero, però in questo caso non mi riferisco proprio ai comici, mi riferisco alle persone normali, che si sembra che si siano adeguate in massa ad un unico tipo di umorismo che solo perché si professa tale allora è giustificato dal fare delle scelte discutibili.
      Però fondamentalmente si, se non ti piace comici, o amici c’è la possibilità di cambiare :)

Lascia un commento, è gratis!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...