Mi vuoi non-sposare?

Ho paura dei matrimoni. Cioè, del matrimonio.
Non so, mi angoscia. Fosse per me resterei felicemente e fedelmente fidanzata per tutta la vita; senza carte, cerimonie, vestiti strani, e feste di addio al nubilato e al celibato. Sia chiaro, io credo nell’amore: è una cosa fantastica e, nel mio caso, è l’unico punto bello, fermo e saldo della mia esistenza (e sono stata anche molto fortunata perchè è si è trattata di una cosa fulminea e reciproca fin dal primo momento). Non cambierei il mio lui per nessuno al mondo.
Però bo, mi mette angoscia questo obbligo così formale nei confronti di un sentimento che non dovrebbe essere, secondo me, nè schedato nè incanalato in meccanismi burocratici e cartacce.

Comunque, il caso ha voluto che due sere fa incapassi in un film-commedia,  vecchio di qualche anno, dal titolo “La verità è che non gli piaci abbastanza”;
il cast era carino e comprendeva per esempio Ben Afflek, Jennifer Aniston e Scarlet-faccia da cavallo- Johansson… si è bellissima, ma  ha la faccia da cavallo secondo me, non ci posso fare niente ma quando la guardo mi da questa impressione (lo so cosa state pensando: la mia in realtà è solo invidia perchè vorrei essere come lei. Identica. E mangiare fieno e carrube tutto il giorno). Dicevo, il fim, che si sviluppa in più storie parallele, è carino; anche perché si propone il nobile intento di svelare alle donne una sacrosanta verità:
se lui non ti chiama puoi star certache non è perchè ha perso il tuo
numero, nè perché è fuori città, nè perché ha degli impegni, né perché è il compleanno di sua nonna novantenne, no: se lui non ti chiama è perché non gli piaci abbastanza.
 

In pratica svela alle donne che gli uomini sono esseri semplici (talvolta fin troppo) e non agiscono secondo la complessa e un po’ contorta logica femminile.

Ma cosa c’entra questo film con la mia paura per le marce nuziali?
C’entra perchè una delle storie si basava proprio su questo tema e ve la racconto in due parole 
ALLERTA SPOILER!! -SPOILER!!-SPOILER!!-
SE HAI INTENZIONE DI VEDERE QUESTO FILM NON ANDARE OLTRE!!
1)
Lui e lei.
2) Lei dopo sette anni di fidanzamento vuole sposarsi e lui no, perchè non crede nel matrimonio.
3) Lei lo lascia e contemporaneamente le si ammala il padre, quindi corre a casa dei genitori.
4) A casa dei genitori ci vanno anche le sue sorelle che però sono sposate, ma i loro mariti di fornte alla delicata situazione si rivelano degli idioti per nulla collaborativi che passano le giornate in salotto a vedere le partite.
5) Lei va in cucina e trova Lui che sta lavando una pila di piatti sporchi e capisce che è molto più “marito” lui che quegli idioti seduti in salotto.

Si rimettono insieme, e poi lui le fa la proposta dicendo:
Io sono felice solo se lo sei tu, e tu vuoi sposarti quindi sposiamoci.

Dico io, non potevano essere fidanzati e felici?
So che non posso pretendere molto da una commedia del genere, però mi sarebbe piaciuto questo finale un po’insolito.
Invece cosa ci ha insenato? Che lo scopo di una donna è sposarsi e che l’uomo si deve stare.

Il film mi è piaciuto, però se li potevano risparmiare i confetti fnali!

ps: qualcuno si è accorto del cambio look del blog?

Annunci

23 pensieri su “Mi vuoi non-sposare?

  1. Veramente carina la nuova versione del blog…
    Il film l’ho visto e sinceramente non lo ricordo più di tanto (so che però non mi era piaciuto granchè…)
    (la cosa importante del commento era prima frase!!!)
    :-D

  2. Io sono andato avanti anche se il film lo devo ancora vedere. Se c’è da piangere piango comunque anche se so già cosa succede!

    Bel post e concordo con te, non occorre schematizzarsi o scrivere su pezzi di carta che si sta insieme, l’importante è amarsi e rispettarsi.

    Ho notato subito il cupcake zuccheroso in testata. ;)

    PS. Non so se ci hai fatto caso, ma anch’io ho preso ispirazione dal titolo del film per scrivere un post qualche mese fa :)

  3. Bel post e bel blog!!
    Due cose:
    1) Faccia da cavallo (ahahahahahahahahah) sono andata su google perchè volevo osservare bene alcune immagine della Scarlet ed effettivamente ha la mascella pronunciata stile equino. Pensandoci bene Scarlet deriva dal colore scarlatto ossia una tonalità di rosso (si, in italia la tipa avrebbe un nome tipo Rossella) il cavallo di mio nonno si chiama rosso, quindi qualcosa vorrà pur dire…

    2) Conosco tante copie sposate che personalmente non invidio ma nel mio cuore ho in mente una coppia, una coppia di quelle vere con la C maiuscola che dopo 70 anni di convivenza e 6 figli prima che l’uomo morisse hanno deciso di sposarsi per il semplice motivo che qui in questo bellissimo paese senza quel dannato contratto potresti ritrovarti in mutande! ma ciò che conta è l’amore, se è vero si resta insieme senza firme da nessuna parte, e fidati si risparmi anche un bel po’ di quattrini e un bel po’ di sorrisi forzati da fare a quei quattro parenti che non vedi mai e non ti ricordi nemmeno come si chiamano

  4. Non ho letto tutto il post perché è da un po’ che “La verità è che non gli piaci abbastanza” è sulla mia lista di film da vedere… però concordo sul fatto che un sentimento come l’amore non dovrebbe essere formalizzato…
    Ciao :)

  5. Mi pare di averlo visto ma mica me lo ricordo tanto bene… O mio Dio perdo colpi… Ok. Magari ne approfitto e me lo rivedo. È pure il periodo giusto!:)

    Bello il nuovo look!:)

  6. figo il tuo nuovo look! :)
    ho visto il film l’anno scorso, e mi è piaciuto moltissimo…sono d’accordo con te sul finale: i confetti si potevano risparmiare…avrebbe fatto riflettere molto di più se lei avesse deciso di non sposarsi xkè in fondo stavano già bene così…

  7. Dipende a chi lo vuoi dire che stai vivendo assieme ad una persona
    – agli amici: non si dice niente, si va vivere insieme
    – allo Stato: firmetta su di un documento, comunione dei beni o meno, diritti e doveri dei coniugi, coppie DICO e bla bla bla
    – a Dio: si passa attraverso il sacramento del matrimonio (ricordo che i ministri di questo sacramento non è il prete, non è Dio, ma sono gli sposi)
    – a nessuno: carta bianca

    Il brutto è la formalizzazione del sentimento, percepire la volontà di stare insieme come obbligo a non lasciarsi. La morte della relazione di coppia.

    E poi, dipende in che contesto vivi, quali riti socio/religiosi devi/vuoi fare e così via…. mica è una questione semplice…

  8. Il libro é diverso, non ha lieti fini e le storielle che hai visto su pellicola sono state inventate a tavolino per non fare uscire in lacrime le spettatrici dal cinema.
    Comunque la penso come te, ho paura anche io del matrimonio, ma una paura fottuta, di quelle che sa di porte che cigolano, finestre che sbattono e fughe di gas. Pensa come sto…

  9. Il libro “he’s just not that into you” è fantastico, ti apre gli occhi su alcune logiche femminili che effettivamente non hanno molto senso e ti insegna a non perdere tempo con gli imbecilli (a meno di non voler continuare ad essere masochisti). L’avevo prestato ad un’amica che hai tempi era ingabolata con un ragazzo che in realtà se ne fregava altamente di lei.. dopo averlo letto è finalmente riuscita a cambiare capitolo della sua vita :)

  10. Che carino il tuo blog!!! Spontaneo e divertente (:

    Quanto al film, apre gli occhi e devasta un po’ il cuore… Fa capire che spesso la risposta è molto più semplice di ciò che spereremmo. Mai rincorrere gli uomini. Mai neppure lasciarsi guidare dall’idea di passività, per carità… però neanche forzare la mano. Se vorranno, torneranno, altrimenti guardiamo pure altrove, senza rimorsi (:

    La tua paura per il matrimonio è comprensibilissima. Non essendo più fidanzata, vedo il matrimonio come un astratto sogno d’amore. Forse mi hanno sempre insegnato così, e per questo non lo disdegno, però il tuo ragionamento devo dire che non fa una piega! (:

    Buona domenica sera!
    Che bello leggere che sei innamorata e che non cambieresti mai il tuo lui. Significa che esistono uomini in grado di amare. Quando ne trovo uno ti faccio un fischio (;

    Un bacio,
    Paola

  11. Adoro il cambio look del blog! sarà perché mi piacciono le cupcake xD comunque… si… io non credo nel matrimonio e (forse) manco ci arriverò mai all’altare. Sostengo la tua proposta “Fidanzati e Felici”!!

  12. Molto fresco questo nuovo look! ;) Ho visto il film un annetto fa e ricordo bene che la conclusione mi aveva delusa, mi aspettavo qualcosa di meno stereotipato. Ti dirò, la mia opinione sul matrimonio è piuttosto negativa, nel senso che è diventata una garanzia quasi necessaria per ricevere un riconoscimento giuridico, soprattutto a lungo andare quando ci sono di mezzo dei bambini. Per questo motivo, secondo me, non ha niente a che fare con l’amore. Probabilmente se vivessi nel nord Europa, dove ritengo che sposarsi sia una scelta dettata dall’emotività perché sono riconosciuti i diritti anche alle famiglie di fatto, potrei avere un punto di vista diverso. In ogni caso, se il matrimonio servisse davvero a suggellare l’amore non lo sosterrei, anche soltanto per evitare tutto lo stress che lo precede :)

  13. Carinissimo il tuo post. Lo scorso anno, 16 Giugno 2012 per festeggiare l’inizio della convivenza, abbiamo fatto il NO WEDDING PARTY. Con tanto di NON sposi, NON testimoni, NON bouquet.. è stato molto molto carino ed apprezzato! :-) Sono NON SPOSATA! ;)

  14. Se però molli tutto per amore, cambi città amici lavoro accendi un mutuo stellare compri (insieme) una station wagon una casa enorme (per la famiglia che lui vuole) e poi ti ritrovi a scoprire che lui ha una vita parallela mentre giocava al marito perfetto…beh, è meglio che ti sposi prima. Diversamente ti ritrovi choccata a morte e povera in canna! Ho scoperto (purtroppo) a cosa serve il matrimonio…

Lascia un commento, è gratis!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...