MILLEUNO MODI per commettere gaffes e perdere la propria dignità.

Prima di tutto chiariamo le cose: non ne ho davvero scritti mille e uno, ma molti meno. Però il titolo mi piaceva. Mi ricordava dei dalmata.
(si, lo so erano 101, non milleuno, però me li ricordava lo stesso.)

Ma passiamo subito a questo prudente elenco che servirà non solo a mostrarvi quali sono le peggiori gaffe di tutti i tempi, ma anche ad evitare di farvele commetere, in tal modo non vi vedrete costretti a disfarvi in modo sbarazzino della vostra dignità (sempre che non sia già successo)!

-prezzemolo (o chi per esso).
Qui si fa riferimento alla perdita di dignità dovuta ad un frammento di cibo che rimane in bella vista incastrato tra due denti. Di solito si tratta di verdura e di solito succede ad una cena più o meno importante. Il malcapitato, nella peggiore delle ipotesi, verrà a conoscenza di questo grave accaduto solo a serata finita quando, ormai a casa, starà per lavarsi i denti (e di qui pensieri  rivolti ai proprio amici, del tipo: “ma allora loro sapevano! e pur sapendo mi hanno nascosto la realtà dei fatti! La nostra amicizia si regge su basi fatte di carta pesta, oh povero me!”). Nella migliore delle ipotesi, invece, il malcapitato verrà avvisato per tempo dall’amico fedele e si contorcerà in strane smorfie per liberarsi del pezzetto indesiderato il che non farà altro che attirare l’attenzione dei presenti.
promemoria=evitare la pizza ortolana

-sgamati.
Ovvero: quando la cronologia ci rema contro. Ovvero: quando la propria ragazza sgama la frequentazione di siti, diciamo, osè.
(è sempre la ragazza che sgama e mai il contrario. Mai.) Tutta colpa della cronologia, maledetta! Seratine romantiche andate in frantumi, divorzi, sensi di colpa, esorcisti…e tutto perchè la bella donzella in quesione, cominciando a digitare le lettere “You” di “Youtube” per cercare la colonna sonora dell’incontro romantico appena cominciato, si vede sotto gli occhi comparire la scritta “Youporn” .
Allora io di te non ho capito niente.
Allora tu sei come tutti gli altri.
Aveva ragione mia madre (non pronunciate mai, MAI!, questa frase se non siete decisi realmente a troncare la relazione) ecc…
Ragazze, se mentre digitate la YOU-di youtube o la POM-di pompelmo il vostro ragazzo vi strappa con furia omicida il pc dalle mani, sapete che cosa stava per succedere.

-ombrello.
L’ombrello è, a mio parere, uno strumento creato da qualche mente diabolica e perversa appositamente per provocare la perdita momentanea o perenne della dignità nel prossimo.
Ricordate, gli ombrelli più sono piccoli e più sono infimi.
Nel peggiore dei casi possono trascinarti via nei cieli e nessuno avrà più vostre notizie, in altri casi si rompono (ovviamente rigirandosi al contrario) ma non dopo averti fatto fare più giri su te stesso e diverse contorsioni. Il tutto, si capisce, sotto l’uragano imperversante.
In queste situazioni il pensiero è uno solo “speriamo che nessuno mi ha visto speriamo che nessuno mi ha visto”.
Qualcuno (tipo me) reagisce in modo pedagocigo: punendo l’ombrello traditore gettandolo con violenza in un bidone dell’immondizia nonostante la pioggia, altri invece lo chiudono per poi sotterrarlo, piangendo, nel giardino di casa, assieme alla loro dignità.

-viva vox.
E cioè: se siete a telefono e state per dire una cosa cattiva/idota/compromettente e così via chiedete, non abbiate paura-chiedete!, al vostro interlocutore se per caso “non è che hai il viva voce?”
Le peggiori cazzate della mia vita le ho sparate in viva voce. In quelle occasioni il destino è stato particolarmente crudele con me.
Lo stesso vale per il non attaccare bene la cornetta o il cellulare dopo la chiamata e lasciarsi andare a commenti sulle persone telefonate o telefonanti. Fate attenzione, distrazioni come queste possono far scatenare guerre civili.

– “oh! ♥sei incinta?”
“…mm.. veramente no”
(credo di essere stata talmente esaustiva che mi risparimerò la descrizone, perchè mi imbarazzo anche solo al pensiero di scriverla)

– “cosa ci fa quel tizio che sembra un maniaco nei pareggi di casa tua!?”
“..mm..veramente è mio padre”
(stessa cosa.)

– posso usare il bagno?
Questa che sto per descrivere è la peggiore, quindi preparatevi.Si fa riferimento a quei casi in cui si usa il bagno in casa di altre persone per soddisfare una propria necessità impellente (la più impellente delle due, per capirci).
E si ottura tutto. Si fa riferimento a uno di quei casi in cui tirare lo scarico non fa altro che peggiorare le cose. Si fa riferimento a quei casi in cui l’unica soluzione è uscire con le mani in alto, andare dal padrone di casa e dire “mi arrendo” questa evenienza non ha soluzioni. E’ una di quelle cose che se deve succedere succede e basta. Il destino ha deciso.
Comunque anche nel caso in cui non si otturi tutto, sempre restando in ambito cessologico, ecco a voi una serie di istruzioni per non dover poi pensare seriamente al suicidio come alternativa.
Controllate che ci sia la carta.
Controllate che non manchi improvvisamente l’acqua.
Controllate che la finestra (se c’è una finestra) non offra al pubblico strane visioni di voi.

Ecco. Adesso andate pure in giro per il mondo e diffondete questo preziosissimo vademecum.

Ah! già che ci sono: non pensate di farla franca se scorreggiate quando state per uscire dalla macchina: rimarrà intrappolato tutto. Fino al vostro ritorno. E in quel caso auguratevi di essere da soli.

Annunci

9 pensieri su “MILLEUNO MODI per commettere gaffes e perdere la propria dignità.

  1. Ho sempre pensato che gli ombrelli ce l’hanno con me… perché quando compro quelli piccoli, più agevoli, si rompono anche con un raggio di sole. Allora io, furba, compro “quelli buoni”, “quelli di marca”…poi tutta fiera sfodero la mia arma nella tempesta e puff si ritorce contro di me rigirandosi. Che odio! Ma dov’è l’addestratore di ombrelli quando serve…ci sarà una tecnica particolare!
    Quanto a siti osè del mio ragazzo…c’ho fatto l’abitudine…non perché sono la classica pera che perdona tutto al ragazzo, ma perché ho sperimentato che stare in astinenza è veramente brutto XD.

    • ahahaha gli addestratori di ombrelli! mai a trovarne quando servono…!
      comunque sento che la tua liberalità di fidanzata un giorno sarà premiata! (e poi detto molto francamente, nemmeno a me la cosa creerebbe problemi, proprio per il tuo stesso motivo…!)

  2. Nel parcheggio con un’amica…
    “Mamma eh, guarda che cesso quella macchina lì! Ma chi llo guiderebbe un catorcio del genere?”
    “Hmm..veramente è la mia…”

    e anche quella dell’ombrello è vera! succede sempre. ma sempre, non a volte sì a volte no, sempre >.<

  3. AHAHAHAHAHAH!

    “Ah! già che ci sono: non pensate di farla franca se scorreggiate quando state per uscire dalla macchina: rimarrà intrappolato tutto. Fino al vostro ritorno.”

    Sono morta.
    Letteralmente.
    Dovrei farlo leggere ai miei amici che evaquano tranquillamente nella MIA povera macchinuccia ç__ç
    Queste libertà corporali non le capirò mai!

  4. Regoletta aggiuntiva: MAI raccontare vicende curiose in treno. Esempio di vita vissuta. L’ignaro pendolare chiacchiera con un amico: “Ho sentito di uno talmente palestrato che tenendo in mano un cellulare lo ha spaccato!”. Si alza una voce dal posto a fianco: “Sì, è il mio ragazzo”. AAAARGH!!!

  5. Con il tuo post mi hai fatto venire in mente una bellissima situazione in cui ho perso la dignità. Una ragazza che conoscevo si faceva sempre venire a prendere all’oratorio da una signora, diciamo molto matura, ed ero convinta fosse sua nonna. Una volta la signora mi manda a chiamare la “nipote”. Io vado da lei e le dico “Tua nonna laggiù ha bisogno di te” e lei “No, guarda… è mia madre!”
    Ahahah, giuro che ci sono rimasta malissimo e mi vergognavo perfino di salutarla le volte che l’ho rivista! :)

Lascia un commento, è gratis!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...